Italy on english version Italia in italiano Italia en español
Welcome to 1° Italian Business Area Italy regions landscape world links sviluppo siti web Music, Cinema, arts, appointments, culture

1° Area Aziende Italiane

Bookmark and Share

Europa / / / /

Computer / Programmi / Agriturismo

PCLinuxOS 2010.7

La mia distribuzione linux Settembre 2010

PCLinuxOS 2010.7 PCLinuxOS 2010.7

La “guerra” tra le distribuzioni linux e i vari desktop continua a colpi di nuove versioni, questa estate si chiude con qualche delusione e qualche bella sorpresa; PCLinuxOS si può iscrivere tranquillamente tra le sorprese positive.

PCLinuxOS nasce da un fork di Mandriva, prima Mandrake, distribuzione che si è sempre riconosciuta per avere un occhi di riguardo all'interfaccia, con strumenti di configurazione che hanno sempre svettato su le altre distribuzioni.

Quest'anno Mandriva è alle prese con problemi societari che l'affliggono da un po' di tempo, tanto che si paventa un altro fork, http://www.mageia.org/ , già online il sito di Mageia; la versione spring 2010 non mi ha entusiasmato, tanti piccoli problemi che mi hanno spinto a testare PCLinuxOS
Ho testato la distribuzione con KDE 4.5 come desktop in live cd; facile l'istallazione e la configurazione; gli strumenti di amministrazione derivanti direttamente da Mandriva, sono presso che perfetti; la distribuzione risulta stabile e decisamente veloce; notevolmente migliorata la KDE, anche se purtroppo ancora in fase di bella promessa ha numerose cose da sistemare.
L'impressione che ci dà KDE anche nella 4.5 è di essere veramente troppa carne al fuoco; un sacco di opzioni, che poi servono solo a impazzire nelle configurazioni di effetti vari, di cui sinceramente se ne può fare a meno se non per pure velleità estetiche; troppo complicata la rubrica KDE, con ancora difficile se non impossibile integrazione con altri programmi come OpenOffice Thunderbird; Knode imperfetto nella lettura dei gruppi di discussione; in somma qualche passo indietro qualche passo avanti; ho riscontrato in oltre in PCLinuxOS qualche difficoltà nella configurazione dei dizionari ortografici anche se poi perfettamente installati, altra nota dolente per PCLinuxOS: assenza di una versione 64bit che ne riduce sensibilmente le prestazioni nei nuovi pc; per ultimo ma non in ordine di importanza, la gestione dei pacchetti RPM, molto più bloccata rispetto a Mandriva, decisamente imparagonabile.
KDE 4.5 è comunque veloce, stabile e la più completa di strumenti di configurazione, oltre che la più da intuitiva; forse il miglior passaggio desktop da Windows e Mac, a Linux; ma il dubbio se vale la pena scegliere GNOME o LXDE, come desktop, è grande, senza pensare a desktop più minimali.

PCLinuxOS si propone dunque come una alternativa più che valida a Ubuntu, per utenti meno esperti sicuramente più facile ed intuitiva; riconoscimento hardwere in stile Mandriva al top, automatismi di istallazione hardwere al livello di Mandriva.

Una distribuzione sicuramente valida per attendere il 2011 e KDE 4.6

http://www.pclinuxos.com/

Fonte: http://www.pclinuxos.com/